trekking

Trekking in Nepal: Upper Mustang – Viaggio nel Regno di Lho Manthang

15/20 settembre 2019– 5/10 ottobre 2019

Il Nepal, dove si trovano le montagne più alte e più maestose della terra è popolato da un largo numero di etnie con religioni e cultura molto diverse dalle nostre.
In questo contesto si trova il mitico Mustang, dal tibetano “Mun Tang”, la pianura fertile.
Da sempre regione del Tibet, nel 1380 divenne il regno di Lho quando un nobile tibetano di passaggio rimase incantato dai luoghi, decise di fermarsi e costruì una città che chiamò Lho Mantang che significa “la pianura delle aspirazioni dello Spirito”.
Questo piccolo regno indipendente di Lho, oggi nel distretto di Nord Ovest, è riuscito a rimanere immutato nel tempo grazie alla difficoltà di accesso, circondato com’è dalle montagne.
Interdetto agli stranieri è stato chiuso al turismo fino al 1992 quando, sotto l’insistenza delle agenzie di viaggio, venne consentito l’accesso ad un numero limitato di presenze ogni anno e sottoposto ad una tassa d’entrata elevata che sarebbe dovuta servire a mantenere l’esclusività del luogo escludendolo dal giro dei trek più affollati e allo stesso tempo contribuire allo sviluppo della regione.
Sfuggito all’integrazione da parte della Cina, grazie alla protezione della nazione Nepalese, il Mustang è di fatto un enclave tibetana in Nepal per religione, etnia, tradizioni e linguaggio, rifugio per i numerosi tibetani che decisero di fuggire dalla Cina attraversando il confine.
Questa terra arida ed in quota che confina con il Tibet è di una bellezza aspra e completamente diversa dal resto del paese. Si sviluppa come un’estensione dell’altipiano tibetano e lo spettacolo che offre è unico, caratterizzato da un paesaggio selvaggio, quasi lunare. Le luci e i colori sono irreali, alti picchi rocciosi erosi dal vento sovrastano i fiumi mentre aridi deserti e profondi canyon dalle rosse pareti a canna d’organo sono il panorama quotidiano.
Lungo il percorso si incontrano numerosi monasteri buddhisti, chorten e muri di preghiera. Contribuiscono ad arricchire questa esperienza gli incontri con le sorridenti popolazioni tibetane, che abitano, come fuori dal tempo, nei caratteristici villaggi di case costruite con legno e mattoni di fango essiccato.
E’ il regno himalayano aperto al turismo che riserva ai pochi visitatori ammessi la piacevole e unica esperienza di poter essere testimone di un paesaggio ancora incontaminato e ricco di suggestione, un angolo di Tibet, un mondo incantato.
Il percorso in questa area remota è un trekking himalayano di media difficoltà della durata complessiva di 18 giorni, adatto a buoni camminatori. Per quanto riguarda la quota, il punto più alto che si tocca è il passo di Marang La 4230 m di quota.

Difficoltà:

Intermedio

Trekking medio-impegnativo, adatto a tutti coloro che abbiano spirito di adattamento, amore per l’escursionismo e la montagna. E’ richiesto un buon livello di allenamento, la durata effettiva delle camminate giornaliere è in media di 5/7 ore con 1 tappa di 8/9 ore, considerando il passo di un camminatore di livello medio. Si tratta solitamente di spostarsi lungo dei sentieri spesso scenografici e ben battuti, senza difficoltà tecniche o alpinistiche.

TRASPORTO BAGAGLI DURANTE IL TREKKING
 Durante il trekking il bagaglio personale, per il quale forniamo un sacco apposito, viene trasportato da portatori. Ogni partecipante può dare al massimo 10 kg. di bagaglio da trasportare.
 Ognuno potrà portare con se solo uno zainetto personale con il necessario per la giornata: borracce, foto/videocamera, maglia, giacca, libri, documenti personali, medicinali di prima necessità, occhiali e ricambio vestiti. L'accesso al bagaglio principale è garantito a fine giornata una volta raggiunta la meta del giorno.
E’ possibile lasciare il bagaglio in eccesso in custodia nel magazzino dell’ hotel, verrà rilasciata una ricevuta che vi permetterà di ritirarlo al vostro rientro dal trek.

NOTE GENERALI TREKKING
Il trekking è studiato per godersi il cammino, non prevede difficoltà alpinistiche o conoscenza di alta montagna. Camminare lungo sentieri, effettuare trasferimenti su piste sterrate polverose, dormire in alberghetti semplici e spartani, non sono esperienze di tutti i giorni ma rappresentano situazioni che sicuramente ognuno di noi può affrontare e vivere con serena tranquillità. È necessaria una buona condizione fisica di partenza ed un minimo di allenamento sul campo ottenuto attraverso escursioni con salite e discese che aiutano ad avere una maggiore preparazione per il tipo di terreno su cui ci muoveremo durante il trek. Potrebbe essere utile un esperienza in quota per prendere coscienza della risposta del nostro fisico all’ altitudine . Se partiremo muniti di un equipaggiamento adeguato, capacità di adattamento e spirito di squadra il resto verrà da sé: il piacere di osservare spettacolari paesaggi al ritmo del proprio passo immersi nella natura ed assaporare il silenzio della solitudine saranno la nostra ricompensa .
Le ore delle tappe giornaliere indicate, sono calcolate su un passo medio, considerando le soste per fotografare e le pause per il pranzo ed il tea che verranno stabilite con la guida.
Durante il trek avremo con noi solo uno zainetto dove riporre borraccia, occhiali, documenti personali, ricambi, quanto di fragile e di valore e tutto quello che riterremo utile avere a disposizione durante il giorno dato che l’accesso al bagaglio trasportato dai portatori è garantito solo a fine giornata..
La sveglia è generalmente tra le 6:30 e le 7:00, il bagaglio deve essere preparato prima della colazione per consentire ai portatori di organizzarne il trasporto.
La mattina cammineremo mediamente per 3/4 ore e dopo la pausa pranzo per altre 2/3.

Altitudine in viaggio
L’altitudine massima del trekking è il Passo di Marang La 4230 m.
Consigliamo vivamente di consultare il proprio medico di base per un eventuale terapia che possa aiutare a superare i sintomi del mal di montagna causato dall’altitudine e migliorare l’acclimatamento.

Pasti e Bevande
Lungo il trek la scelta dei piatti è prevalentemente vegetariana: pasta, riso, patate, uova, chapati, minestre, verdure cotte. E’ consigliata cautela verso i piatti di carne ed i latticini per la poca igiene e la difficoltà di conservazione.
Tipico il piatto nepalese Dhal Bhat a base di riso, lenticchie e verdure.
E’ sconsigliato vivamente bere acqua dalle sorgenti o dalle fonti. L’acqua minerale naturale in bottiglia si trova in tutte le località attraversate come naturalmente il tea. I lodges provvedono a servire acqua potabile (bollita o filtrata) a pagamento.

Programma:

PROGRAMMA DETTAGLIATO
1 giorno Arrivo a Katmandu
Volo internazionale dall'Italia a Kathmandu, orario dei voli a seconda della compagnia aerea scelta. Arrivo a Kathmandu e trasferimento in hotel. E’possibile esplorare individualmente il centro storico di Thamel..oppure riposarsi dal viaggio. E’consigliata la visita del centro storico / turistico della capitale a piedi, utile per il fisico dopo la prolungata inattività in volo.
Pernottamento in hotel con colazione. Pasti liberi

2 giorno Trasferimento Kathmandu - Pokhara
La mattina dopo colazione, trasferimento con mezzi propri per Pokhara (920 m). Trasferimento e sistemazione in hotel. Pokhara è una cittadina piacevole situata lungo il lago Pewa ed è il punto di partenza di numerosi percorsi di trekking dell'Annapurna.
Pernottamento in hotel con colazione. Pasti liberi

3 giorno Volo Pokhara – Jomosom – inizio trek – Kagbeni (2858 m) 4 ore di cammino
La mattina presto volo per Jomosom (2720) m, circa 25 minuti. Godetevi la vista spettacolare sull'Annapurna. Da qui inizia il trekking. In 4 ore lungo la valle del Kali Gandaki raggiungeremo Kagbeni, (2810 m), villaggio in stile tibetano abitato in prevalenza dalla popolazione Gurung.
Pranzo in una teahouse lungo il percorso, cena e pernottamento e colazione in lodge.

4° giorno Trek Kagbeni – Chele (3050 m.) 5/6 ore di cammino
Usciti da Kagbeni dovremo passare al posto di controllo per il permesso speciale di accesso all’Upper Mustang. Seguiamo la riva orientale del fiume attraverso l'alveo del Kali Gandaki,. Alle nostre spalle magnifica la vista su Tilicho, Annapurna I e Thorang Peak. Una serie di chorten colorati di nero, bianco e rosso annunciano l'arrivo a Tangbe, villaggio pittoresco con il suo labirinto di vicoli e case bianche circondate da campi di grano alternati a piccoli frutteti. Riprendiamo il cammino, prima lungo il fiume per poi, con una breve salita attraverso una gola rocciosa, arrivare al villaggio tibetano di Chele. Qui vedremo il passaggio dalla cultura Manangis alla cultura tibetana del regno di Lho, evidenziato nelle case che hanno sopra le loro porte corna di pecore che servono a tenere lontani i demoni.
Pranzo in una teahouse lungo il percorso, cena e pernottamento e colazione in lodge.

5° giorno Trek Chele – Syangmochen (3475 m) 6/7 ore di cammino
L'itinerario, in salita, segue le rientranze delle pareti fino a raggiungere due colli, il Taklam La (3624 m) e il Dajori La (3650 m). Continuando verso nord raggiungeremo Samar (3660 m). Scendendo per il Behna Khola, risaliremo poi a Syangmochen (3818 m).
Pranzo in una teahouse lungo il percorso, cena e pernottamento e colazione in lodge.

6° giorno Trek Syangmochen – Ghami (3520 m) 5/6 ore di cammino
Risalendo leggermente al Syangmoche La (3830 m), visiteremo l’abitato di Geling (3570 m). Proseguiremo poi per Jhaite (3840 m) incontrando lungo il percorso teahouses, chorten e tipici villaggi in stile tibetano, composti da case dipinte di bianco con tetti piatti e verande aperte. Dopo aver attraversato altri passi, un sentiero che si snoda tra pioppi e campi di orzo ci porterà al Nyi La (4010 m). Da questo punto si apre una bella panoramica su Annapurna e Niligr. Da qui inizia la discesa verso Ghami La (3765 m) per poi raggiungere il villaggio di Ghami (3.520 m), dove troveremo il più lungo muro di preghiere del Mustang.
Pranzo in una teahouse lungo il percorso, cena e pernottamento e colazione in lodge.

7° giorno Trek Ghami – Dakkmar – Mui-La – Lo Gekar (3835 m) 5/6 ore di cammino
Il percorso prosegue ad est di Dhakmar (3786 m), passando lungo le grotte nella falesia appena fuori dal villaggio. Iniziamo la salita per il Mui-La (4170 m), da dove potremo godere di un panorama mozzafiato. Scenderemo verso Ghar Gumpa
(3950 m), il monastero più antico del Nepal, dove vennero rinvenuti scritti del santo Padmasambhava. Oggi è un monastero della scuola Nyngmapa. Con l’ultima breve discesa arriveremo al villaggio Lo Gekar (3835 m).
Pranzo in una teahouse lungo il percorso, cena e pernottamento e colazione in lodge.

8° giorno Trek Lo Gekar – Lho Manthang (3809 m) 5/6 ore di cammino
Il sentiero risale una valle laterale del Charang (Tsarang) Khola, camminando attraverso un paesaggio desertico con sfumature di grigio ed ocra, raggiumgeremo il grande chorten (stupa) Sungda che segna il confine tra Charang e Lo. Alla fine saliremo gradualmente fino al passo di Marang La (4230 m) da dove avremo una splendida vista sulla città fortificata di Lho Manthang (3809 m), la nostra meta. Mitica capitale del Mustang, la città è completamente recintata ed è costituita da circa 150 case, gompa ed il palazzo reale.
Pranzo in una teahouse lungo il percorso, cena e pernottamento e colazione in lodge

9° giorno Lho Manthang - relax e visita della città
Oggi l’ intera giornata sarà dedicata alla visita di questa cittadina medievale con la sua vivace cultura tibetana. I grandiosi monasteri di Lho Manthang sono splendidi esempi della setta Sakya-pa, i più importanti sono Thugchen gompa, il tempio Lhakhan Champa ed il monastero Chyodi dove si trovano alcune statue in ottone e bronzo.
All'interno della città fortificata vi è un labirinto di vicoli che sono larghi poco più di 2 metri. Se il raja (re) sarà presente, potremo visitare il Palazzo Reale. Il re Jigme Paldor Bista Gurung ha prevalentemente una funzione cerimoniale ed è considerato un mediatore per risolvere i problemi locali.
Pranzo in una teahouse lungo il percorso, cena e pernottamento e colazione in lodge.

10° giorno Lho Manthang – escursioni nei dintorni (3809 m) 6 ore di cammino
Per questa giornata e’ prevista un’escursione verso la valle di Nyhu, a nordest di Lho Manthang, per i villaggi di Chosar e Gharphu (3900 m), prima di raggiungere lo spettacolare monastero di Nyphu. Tempo permettendo, visiteremo anche le grotte di Jhong, incastonate su di una parete di roccia colorata. Rientreremo in giornata a Lho Manthang (3809 m).
Pranzo in una teahouse lungo il percorso, cena e pernottamento e colazione in lodge.

11° giorno Trek Lho Manthang – Lo La – Dhi – Yara (3650 m) 5/6 ore di cammino
Lasciata Lho Manthang ci dirigiamo verso Sud, risalendo al passo di Lo-La (3950 m), da cui potremo ammirare lo stupendo panorama sulle montagne attorno Lho e a Sud verso l’Annapurna e il Dhaulagiri Himal. La discesa verso Puyang Khola per un ripido canyon con formazioni colorate di rocce erose ci porta verso il fiume Kali Gandaki, che attraverseremo per salire al villaggio di Yara (3650 m).
Pranzo in una teahouse lungo il percorso, cena e pernottamento e colazione in lodge.

12° giorno Trek Yara – (Luri Gompa) – Tange (3240 m) 7/8 ore di cammino
Escursione facoltativa per il Luri Gompa (3960 m), uno dei più antichi e particolari monasteri della zona, noto per gli affreschi stile “Newari”. La durata di questa escursione è di ca 3 ore , quindi è necessario partire la mattina presto. Da Yara l’itinerario sale fino ad un plateau, da qui, scendendo lungo un profondo intaglio arriveremo al guado sul fiume Dhechyang. Saliremo quindi verso un passo che ci porterà a circa 3900 m per poi raggiungere l’intaglio del fiume Tange Khola, da cui scenderemo all’omonimo villaggio di Tange (3240 m) 5-6 ore trek, (7-8 ore con l’escursione per Luri Gompa).
Pranzo in una teahouse lungo il percorso, cena e pernottamento e colazione in lodge.

13° giorno Trek Tange – Tetang (3022 m) 8/9 ore di cammino
Oggi si affronta la giornata più lunga del trekking. Il sentiero scende al Tange Khola e sale sulla sponda opposta per ridiscendere al largo piano sassoso dello Yak Khola. Da questo punto inizieremo la lunga salita (circa 3 ore) per raggiungere il passo del Cha Cho La (4218 m). Qui si apre un nuovo panorama sul Tilichio Peak (7200 m) ed il Dhaulagiri (8167 m). Dal passo si prosegue in piano per un’ora prima di affrontare la lunga discesa per Tetang. (3022 m).
Pranzo al sacco lungo il percorso, cena e pernottamento e colazione in lodge.

14° giorno Trek Tetang – Muktinath (3550 m) 5/6 ore di cammino
Attraversato il fiume Dhinglo Khola risaliamo un sentiero che abbandona la valle principale e sale ad est verso il Gyu La (4077 m). Vista sull’ Annapurna, Niligri e Dhaulagiri Himal. Con una breve discesa attraversando l’abitato di Dhzong raggiungeremo Muktinath (3550 m), dove visiteremo il sacro monastero.
Pranzo in una teahouse lungo il percorso, cena e pernottamento e colazione in lodge.

15° giorno Trek Muktinath – Jomosom – Fine del trekking
Tappa tutta in discesa via Jharkot e Kagbeni e poi, lungo il Kali Gandaki, proseguiamo fino a Jomosom (2720 m) dove finisce il nostro trek.
Pranzo in una teahouse lungo il percorso, cena e pernottamento e colazione in lodge.

16°giorno Volo Jomosom – Pokhara
La mattina presto imbarco per il volo Jomosom - Pokhara (827 m), ca. 25 min, rientro in hotel. Giornata a disposizione per turismo individuale a Pokhara. Il lago Phewa, invita ad una escursione in barca o ad una camminata per il lungo lago. Un escursione a piedi verso la “Peace Stupa” o la visita al museo internazionale della montagna sono solo alcune delle attività possibili.
Pernottamento in hotel. Pasti liberi.

17° giorno Trasferimento Pokhara – Kathmandu
Trasferimento con mezzi privati da Pokhara a Katmandu. Rientro in hotel
Pernottamento in hotel. Cena offerta dall’Agenzia Magical Nepal

18° giorno Kathmandu- giornata libera
Prima colazione. Giornata a disposizione per visitare il centro storico, i luoghi d’interesse e fare gli ultimi acquisti.
Pernottamento in hotel. Pasti liberi

19° giorno Kathmandu – fine viaggio-volo per Italia

SCHEDA TECNICA VIAGGIO
Durata : 18 giorni / 17 notti, mese di settembre (partenza 15/ 20 settembre) le date precise verranno fissate in base alla convenienza del volo aereo e comunicate agli iscritti entro il 1 luglio 2019.
Tipologia viaggio Trekking / cultura.
Trekking Medio impegno, ore di cammino 5-6, 1 tappa di 8 h.
Impegno tecnico Facile.
Adatto a Escursionisti allenati.
Impegno fisico Moderato, acclimatamento graduale.

Le sistemazioni negli alberghi a Kathmandu si intendono di base, in camere doppie con colazione inclusa.
I pasti sono liberi. Le sistemazioni lungo il trekking saranno nei lodges in camere doppie, bagni esterni e comuni, sono incluse colazione e cena.
LOCALITA’
Kathmandu hotel categoria 3 stelle
Trekking Lodges semplici a gestione famigliare

Equipaggiamento:
  • Due bastoncini telescopici da trekking
  • Scarponi da trekking
  • Zaino
  • Pila frontale, con batteria carica e una di ricambio
  • Borraccia termica da 1.5 litri
  • Crema per il sole e per le labbra
  • Calze da trekking, possibilmente 1 paio per il cambio
  • Completo intimo maglietta-calzamaglia per favorire la sudorazione
  • Maglietta di ricambio
  • Pile leggero
  • Giacca a vento impermeabile
  • Poncio impermeabile
  • Coprizaino impermeabile
  • Guanti in pile leggeri
  • Cappello in pile e cappello da sole
  • Occhiali da sole
  • Barrette o frutta secca per il pranzo
  • Aspirina, Aulin, cerotti
  • pantaloni corti
  • pantaloni lunghi
  • toilette
  • asciugamano
  • pila frontale
  • sacco a pelo
Quota iscrizione:

un minimo di 4 persone Euro *3.150
7 persone Euro *2.560
10 persone Euro *2.260
(* )(come riportato sul programma escluso il volo e tasse, che si aggirano sui 800/900 euro)
(* )la quota può subire variazioni nel caso non si raggiunta il numero minimo di 4 persone

• Acconto confermativo pari al 30% del totale euro 900,00 entro il 1 giugno 2019.
• Entro il 1luglio 2019 l’intera quota volo: alla conferma dello stesso verrà fornito operativo di viaggio e date precise di andata e ritorno, comprese nell’intervallo fornito.
• Saldo: entro il 1 agosto 2019.
• Nel caso non dovessimo raggiungere il numero minimo di 4 persone, il prezzo può subire variazioni, valutando insieme l ‘ eventuale maggiorazione di costo.
• Qualora il viaggio non potesse essere realizzato, per mancanza minimo di persone, le quote versate verranno restituite interamente.
• L'abituale politica di cancellazione prevede le seguenti penalità:
da 45 a 21 gg prima dell'arrivo o dello svolgimento: penale del 30%
da 20 a 10 gg prima dell'arrivo o dello svolgimento: penale del 50%
da 09 a 3 gg prima dell'arrivo o dello svolgimento: penale del 70%
da 03 a 0 gg prima dell'arrivo o dello svolgimento: penale del penale del 100%

Ci riserviamo di comunicare variazioni o modifiche di quanto indicato, anche in base alle esigenze e specifiche da parte dei nostri fornitori.

La quota di partecipazione include:
 Guide e staff qualificati per le attività previste
 Trasferimenti voli interni indicati come nell’itinerario dettagliato
 Trasferimenti all’interno del Nepal con mezzi privati come indicato nell’itinerario dettagliato
 Pernottamenti in hotel a Kathmandu, sistemazione in camera doppia.
 Pernottamenti in lodges semplici durante il trekking, sistemazione in camera doppia
 Pasti come indicato nell’itinerario dettagliato
 Guida locale certificata con conoscenza della lingua inglese per il tour Mustang trek
 Sacca per il bagaglio durante il tour trekking
 Trasporto bagaglio personale durante il trek con portatori fino a 10 kg a testa
 Vitto e trasferimenti per lo staff che ci accompagna
 Permesso ACAP per l’accesso alla zona protetta dell’ Annapurna
 Permesso speciale di accesso all'area ristretta Alto Mustang
 Assicurazione trasporto con elicottero fino ad un massimo di 10.000 euro a persona.
 Assicurazione RC per responsabilità della Guida Alpina
 Iva di legge

La quota non comprende:
 Voli intercontinentali Italia - Kathmandu. Katmandu-Italia
 Assicurazione di Viaggio (facoltativa, consigliata)
 Assicurazione personale infortuni
 Visto d’ingresso in Nepal (circa 40 euro, ottenibile all’arrivo in aeroporto a Kathmandu o in Italia)
 Pasti non indicati nell’itinerario dettagliato
 Tutte le bevande, eccetto tea per le colazioni incluse
 Servizi extra dovuti per cause di forza maggiore
 Visite, ingressi, servizi e/o attività facoltative
 Mance, telefonate, ed extra di carattere personale
 Sacco a pelo ed equipaggiamento personale per il trekking
 Medicinali
 Extra personali nei lodge : wi-fi, ricariche dispositivi, coperte extra, doccia a pagamento, (asciugamani non disponibili, includerli nel bagaglio personale)
 Costi per evacuazione per una qualsiasi emergenza.
Tutto quanto non compreso nella voce “Incluso”

Iscrizione:

Per maggiori informazioni riguardo l’attività o richieste, scrivere a segreteria@prorockoutdoor.it o telefonare a +39 3349585828 o +39058419423.
EQUIZI PASQUALE – Guida Alpina iscritta Albo Professionale Guide Alpine Toscane – cell. 3497933893- email: pasqualeguidaalpina@gmail.com