alpinismo

Primi Passi Piccozza e Ramponi

19 dicembre 2020

La Pania della Croce (m. 1859) è la regina delle Apuane tanto che un tempo questa catena montuosa veniva identificata come Panie dal nome della sua montagna più nota, mentre l'attuale denominazione di Alpi Apuane è stato assegnato al gruppo montuoso solo in età napoleonica: un tempo la Pania veniva chiamata "Pietrapana" in quanto questi monti erano stati abitati per nove secoli dagli Apuani, una tribù ligure e la catena montuosa, ma soprattutto la sua vetta per eccellenza, aveva preso il nome da questi antichi abitatori "Pietrae Apuanae", cioè monti degli Apuani. Perfino Dante nel canto XXXII dell'Inferno della Divina Commedia nei versetti 28/30 quando parla del ghiaccio che ricopre il lago di Cocito dice che era così spesso "…che se Tambernicchi ( Monte Tambura ) vi fosse caduto o Pietrapana (Pania alla Croce), non avrìa pur dall'orlo fatto scricchi".

Difficoltà:

Principiante

Difficoltà facile ( a secondo delle condizioni della montagna)
Dislivello in salita 867 m.
dislivello in discesa 867 m.
ore di percorrenza 6,00

Programma:

La salita per la via normale, effettuata dal versante della Garfagnana, è molto semplice ed il panorama in vetta è splendido e domina tutta la catena apuana. Il percorso del Vallone dell’Inferno costituisce sicuramente la più facile via di accesso alla Pania in condizioni invernali. Nonostante la sua facilità l’itinerario è di sicura soddisfazione per l’ottimo innevamento, da inizio inverno fino a primavera inoltrata. La partenza è dal Piglionico verso il Rifugio Rossi ( m. 1608 punto di appoggio) e da lì per il Vallone dell' Inferno si perviene alla cresta e poi fino in vetta.
Complessivamente una gita che non presenta difficoltà tecniche anche se il terreno apuanico in inverno è sempre infido e quindi è richiesta una buona dose di attenzione.
Impareremo le tecniche di progressione su neve con i ramponi e piccozza.

Equipaggiamento:
  • Zaino minimo 40 litri
  • Scarponi da alpinismo (ramponabili o semi-ramponabili)
  • Piccozze
  • Ramponi
  • Imbracatura
  • Pila frontale, con batteria carica e una di ricambio duracel
  • Casco
  • Borraccia termica da 1.5 litri
  • Crema per il sole e per le labbra
  • Calze leggere e calze da sci o trekking, possibilmente 1 paio per il cambio
  • Completo intimo maglietta-calzamaglia per favorire la sudorazione
  • Un cambio maglietta della pelle
  • Maglia tipo dolcevita in pile leggero
  • pantaloni in pile o materiale tecnico da alpinismo.
  • Giacca a vento impermeabile
  • Piumino
  • Guanti in pile leggeri e 1 paio di guanti da sci pesanti
  • Ghette per scarponi
  • Cappello in pile e cappello da sole
  • Occhiali da sole
  • Barrette o frutta secca per il pranzo
Quota iscrizione:

La quota di partecipazione è di 50,00 € per persona (minimo 5 partecipanti).
Conferma e pagamento acconto di 30,00 € entro e non oltre il 14dicembre 2020.

La quota di partecipazione include:
– prestazione della Guida Alpina
– utilizzo del materiale comune
– assicurazione in caso di recupero con elicottero

La quota non comprende:
– pranzo al sacco
– trasferimento con mezzi propri
– eventuali impianti di risalita o altri mezzi di trasporto
– spese della Guida, da suddividere tra i clienti

Iscrizione:

Iscrizione e informazioni per e-mail all’indirizzo pasqualeguidaalpina@gmail.com , tel 3497933893 o segreteria@prorockoutdoor.it o per telefono a +39 3349585828.
PROROCKOUTDOOR,Via Battisti, 25 – Camaiore (LU) tel: +39 0584 1942307 (tutti i giorni sabato e domenica inclusi: 9.00\12 .00– 17.00\20.00) negli altri orari: 334 9585828 ww.prorockoutdoor.it Facebook\twitter\instagram: toscoclimbstore