archivio

3 giorni sulla Via degli Dei

dal 9 all' 11 ottobre 2020

La via degli Dei prende il nome da una serie di monti che la caratterizzano: Monte Adone, Monte Venere o Monte Luario (la dea della Luna con riferimento alla dea Lua, invocata dai Romani in guerra), nei pressi del passo della Futa, da qui l’origine del nome.
Oggi questa antica via italiana è diventata La Via degli Dei, un percorso di 130 Km da Piazza Maggiore (BO) a Piazza della Signoria (FI) suddivisa in diverse tappe (da 3 a 7) a seconda delle tempistiche e delle possibilità, si snoda dai colli bolognesi sino ai verdi declivi del Mugello, attraversa luoghi dimenticati e custodisce piccoli tesori dell’Appennino, testimoni di una storia intensa.
Un viaggio nella storia della religione visitando badie e conventi, nella storia antica calpestando i resti della Via Flaminia Militare o i sentieri del Contrafforte Pliocenico, nella storia moderna tra le Ville Medicee, nella storia contemporanea nel silenzio del Passo della Futa e delle zone calde della Linea Gotica - II Guerra Mondiale, nella natura incontaminata delle oasi naturalistiche di tutela di flora e fauna.

Difficoltà:

Intermedio

trekking di più giorni senza alcuna difficoltà tecnica.

Programma:

-1 giorno : Tappa da Monzuno – Madonna dei Fornelli
Tracciato su strade bianche, carrarecce e sentieri straordinariamente panoramici dell’Appennino. Verso ovest si estende il crinale tosco-emiliano con il Corno alle Scale, il Cimone ed il Cusna. Arriviamo a Madonna dei Fornelli con il Santurio della Neve edificato nel 1630 per ringraziamento alla Madonna per la peste scampata.
Dislivello in salita: 374 m
Dislivello in discesa: 199 m
Tempo di percorrenza: 3 ore
Km 10,6

-2 giorno : Tappa da Madona dei Fornelli – Passo della Futa
Percorso su strade sterrate e sentieri prevalentemente fra estesi boschi cedui e rimboschimenti con bei panorami ad est ed ovest nei numerosi tratti allo scoperto. Ci accingiamo ad entrare di più nella storia, godendo dei meravigliosi ritrovamenti dei tratti dell’antica Flaminia Militare, che da questo momento in poi incontreremo diverse volte lungo il nostro percorso.
Dopo aver raggiunto il punto più alto di tutto l’itinerario, i circa 1200m della cima della Banditacce, ed esserci addentrati in Toscana, giungiamo sino al Passo della Futa dove costeggiamo il Cimitero Monumentale Germanico.

Dislivello in salita: 641 m
Dislivello in discesa: 536
Tempo di percorrenza : 5 h
Km 15,2

- 3 giorno :Tappa Passo della Futa – San Piero a Sieve
Il sentiero si immerge attraverso boschi di abeti, douglasia e faggete. Oltre al piacere che solo una camminata nel verde di una foresta riesce a dare, questa tappa regala anche l’emozione di vedere qualche tratto dell’antica Flaminia Militare, strada romana, costruita nel 187 a.C., che collegava Arezzo a Bologna svalicando l’Appennino. Lungo il percorso, il panorama si apre più volte, sia sul versante emiliano che su quello toscano, con il Mugello e il lago del Bilancino sullo sfondo.

Dislivello in salita: 640 m
Dislivello in discesa: 1190 m
Tempo di percorrenza : 6,30
Km : 21,6 Km

Dormiremo presso strutture ricettive con servizio di mezza pensione. La sistemazione sarà in stanza singola ( supplemento di 5,00 €) stanze doppie co bagno in stanz. Sono fornite lenzuola, coperte ed asciugamani.

Equipaggiamento:
  • Due bastoncini telescopici da trekking
  • Scarponi da trekking
  • Zaino
  • Pila frontale, con batteria carica e una di ricambio
  • Borraccia termica da 1.5 litri
  • Crema per il sole e per le labbra
  • Calze da trekking, possibilmente 1 paio per il cambio
  • Completo intimo maglietta-calzamaglia per favorire la sudorazione
  • Maglietta di ricambio
  • Pile leggero
  • Giacca a vento impermeabile
  • Poncio impermeabile
  • Coprizaino impermeabile
  • Guanti in pile leggeri
  • Cappello in pile e cappello da sole
  • Occhiali da sole
  • Barrette o frutta secca per il pranzo
  • Aspirina, Aulin, cerotti
  • pantaloni corti
  • pantaloni lunghi
  • toilette
  • asciugamano
Quota iscrizione:

La quota di partecipazione è di 190,00 € per persona (minimo 5 partecipanti).
Conferma e pagamento acconto di 90,00 € entro e non oltre il 28 / settembre/2020

La quota di partecipazione include:
– assistenza della Guida Alpina
- 2 mezze pensioni
– utilizzo del materiale comune
– assicurazione in caso di recupero con elicottero

La quota non comprende:
– pranzo al sacco
– trasferimento con mezzi propri o pubblici

Iscrizione:

Prorockoutdoor, Via Battisti, 25 – Camaiore (LU)
segreteria@prorockoutdoor.it o telefonare a +39 3349585828 o +39058419423.
Pasquale Equizi : e-mail pasqualeguidaalpina@gmail.com o telefono : +39 3497933893